Alla “Good Sustainable Mood”, azienda di Parma, il premio “Giovani Imprese Emilia-Romagna 2022

0
320

La premiazione dell’iniziativa, promossa dal Gruppo Giovani Imprenditori Confartigianato Emilia-Romagna, si è svolta sabato 26 novembre all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.
BOLOGNA, 27 novembre 2022. “Good Sustainable Mood”, azienda di Parma, è la vincitrice del premio “Giovani Imprese Emilia-Romagna 2022”, promosso dal Gruppo Giovani Imprenditori Confartigianato Emilia-Romagna, consistente in un buono da 3.000 euro da spendere in servizi presso la Confartigianato di riferimento. La cerimonia di premiazione si è svolta sabato 26 novembre nella sala Briefing dell’Autodromo Internazionale Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Al secondo posto si è classificato “Jump group”, azienda forlivese che ha vinto un buono da 2.000 euro; al terzo “Cappelletto82” di Russi (Ra) che ha ottenuto un buono da 1.000 euro.

Sono state 26 le realtà emiliano romagnole che hanno colto la sfida di Confartigianato: “La convention di oggi è il risultato di un anno di lavoro del gruppo Giovani Imprenditori di Confartigianato Emilia Romagna – ha affermato il suo presidente Lorenzo Bernardi -. Il nostro obiettivo è stato fin da subito quello di mettere al centro il mondo giovanile, e il premio è una delle modalità che abbiamo scelto. A livello partecipativo vi è stata una grande varietà unite dal concetto di innovazione, non solo tecnologica, ma anche in tutte quelle cose che rendono un’impresa proiettata verso il futuro”.

Soni stati inoltri consegnati cinque ulteriori riconoscimenti consistenti in buoni da 500 euro, sempre utilizzabili per servizi.
Per la categoria “sostenibilità ambientale ed economia circolare” è stata premiata l’azienda cesenate “Luciduci”.
Per “Servizi digitali innovativi” la “AppFer” di Soliera (Mo).
Per “E-commerce e promozione dei propri prodotti” la cesenate “Fs Marketing Videomaking”.
Per “capacità di fare rete” la “Powerfitness” di Mirabello di Ferrara.
Infine per la categoria “Spirito Artigiano” la forlivese “L’Ottagono”.

A tutte le altre aziende è andata una pergamena di partecipazione.

“Il Movimento Giovani di Confartigianato è una fucina di nuove imprese fatte da e di giovani, un elemento valoriale per tutto sistema produttivo e per la nostra associazione. E’ anche un segnale per i sistemi territoriali affinché sostengano fortemente i ragazzi e le ragazze che hanno il desiderio di mettersi in gioco e di mettersi alla prova – ha aggiunto Davide Peli, presidente nazionale Movimento Giovani Imprenditori di Confartigianato -. Oggi le condizioni ci sono tutte grazie anche alle regole del Pnrr. Un’iniziativa come quella odierna è sicuramente uno stimolo per i nuovi ragazzi e un veicolo di marketing associativo. Il segno che se qualcuno ce l’ha fatta, chiunque abbia un sogno nel cassetto lo può realizzare”.

“Una giornata dedicata all’imprenditoria giovanile, il nostro comparto più sensibile e più delicato, quello al quale vogliamo mostrare la maggiore attenzione. Una giornata organizzata dal nostro movimento giovanile che ha portato all’attenzione dei partecipanti una serie di temi centrali nel rapporto tra mondo del lavoro e mondo giovanile: dai rapporti intergenerazionali ai passaggi generazionali, dalle nuove culture digitali a tutto ciò che riguarda la sostenibilità”, ha sottolineato Davide Servadei, presidente di Confartigianato Emilia Romagna.

“Oggi è la giornata del talento artigiano voluta dal Gruppo Giovani di Confartigianato Emilia Romagna, che ha permesso un incontro tra esperienze giovanili provenienti da ogni angolo della nostra regione. Ragazzi e ragazze si sono presentati portando le loro esperienze e la loro progettualità, in gran parte focalizzata su idee innovative che guardano al domani. Veramente una giornata straordinaria che ci fa guardare avanti con tanta speranza verso un futuro innovativo grazie al talento artigiano”, ha concluso Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Emilia Romagna.

Nella mattinata si è svolto anche il convegno “Innovazione e Risorse Umane: due keyword per il futuro delle MPI”, al quale hanno partecipato Lorenzo Bernardi (presidente Giovani Imprenditori Confartigianato Emilia-Romagna), Giovanni Casadei Monti (dirigente di Promos Italia), Roberto Ricci Mingani (responsabile del Settore innovazione sostenibile, imprese e filiere produttive della Regione Emilia-Romagna), Davide Peli (presidente nazionale Movimento Giovani Imprenditori di Confartigianato), Lucio Zanca (docente di Job Placement, manager, esperto di team working multi-generazionale e scrittore.
Nel pomeriggio si è tenuto l’intervento in collegamento audio-video di Tommaso Ghidini, responsabile della Divisione Strutture, Meccanismi e Materiali dell’Agenzia Spaziale Europea (ESA).

Le tre aziende premiate

Good Sustainable Mood

La prima startup di moda sostenibile in Italia che ri-disegna la relazione tra consumatore finale e filiera produttiva. Con Good, ogni utente diventa vero e proprio protagonista nella transizione verso la Value Fashion, collaborando attivamente e consapevolmente a generare un’economia sana e sostenibile.
“Proponiamo una moda sostenibile coinvolgendo ogni membro della nostra community con contenuti educational esclusivi e gratuiti – ha affermato Elena Prestigiovanni di Good Sustainable Mood -. Oggi è stato un momento di incontro importante con altre esperienze imprenditoriali giovanili, con in più la soddisfazione di avere il primo premio. Un riconoscimento al nostro modo di lavorare con laboratori tutti Made in Italy, che guardano all’innovazione, alla sostenibilità mixati a quelli che sono i valori più tradizionali dell’artigianato”.
Per informazioni: https://www.goodsmood.it/

Jump Group
Jump è una Digital creative company che accompagna le aziende progettando esperienze digitali fuori dall’ordinario, guidate da una forte creatività e radicate nella tecnologia, nei dati e nella strategia orientata ad impatti reali e misurabili.
“Combiniamo queste skills in un’unica soluzione, innovando le brand experience e promuovendo relazioni significative con gli utenti – ha affermato Riccardo Minghetti, Cfo Jump Group -. Questa giornata è stata una bella esperienza perché i temi affrontati sono quelli fondamentali per le nuove imprese, a partire dall’innovazione e dall’attenzione alle risorse umane. Ciò che noi facciamo nella nostra azienda fatta da giovani, ai quali proponiamo una visione a lungo termine, uno scopo in cui credere, portandoli così a sviluppare progetti innovativi in maniera condivisa, che poi sviluppiamo al nostro interno nel reparto Ricerca e Sviluppo”.
Per informazioni https://jumpgroup.it/

Cappelletto82

Laboratorio artigianale di pasta fresca. Tantissima scelta di pasta fatta in casa tipica romagnola, realizzata proprio secondo la tradizione. Beatrice è una professionista gentile e il suo laboratorio è un posto sicuro dove prendere pasta fatta in casa da asporto.
“Sono contentissima di aver partecipato a questo premio ed è stata una grande grande sorpresa ricevere questo riconoscimento – ha affermato Beatrice Miserocchi, titolare della Cappelletto82 -. Lo considero un premio alla mia costanza per tutti quei momenti difficili che ho vissuto all’avvio della mia esperienza imprenditoriale. Un segnale che con volontà, voglia di fare e impegno a volte i sogni si possono realizzare”.
Per informazioni https://cappelletto82.business.site/